News

ASSEGNO DI MANTENIMENTO: indagini tributarie – Cass. Civ. Sez. I° n. 4519 del 24 febbraio 2010

settembre 30, 2011 Varie 0 Comment

In tema di determinazione dell’assegno di mantenimento, la discrezionalità di cui è munito il giudice di merito nel disporre indagini attraverso la polizia tributaria non può ritenersi di carattere assoluto, trovando un limite nell’impossibilità da parte del giudice di basare il proprio convincimento in ordine all’assegno su valutazioni prive del necessario riscontro, alla stessa stregua dell’ipotesi inversa in cui la richiesta venga rigettata per mancanza di elementi utili di valutazione. In entrambi i casi, il giudice di merito, prima di giungere a delle conclusioni, non può non avvalersi di tale strumento, peraltro adottabile anche d’ufficio in deroga al principio dell’onore della prova.

About admin

Leave a Comment

About Us

Studio Legale Avvocato Liana Doro
Via Trieste, 23 35121 Padova - Telefono: +39 340 9893796 – Fax: +39 049 8750274
www.avvocatolianadoro.it