Portfolio

  • Filter by:
  • All
  • Nessuna categoria
  • Maternità Surrogata Sent. n. 33/2021 -Corte Costituzionale. Surrogacy

  • La Corte di Cassazione ribadisce importanti principi in merito alla dichiarazione giudiziale di paternità o maternità e ai diritti e doveri che ne derivano

    La Corte di Cassazione ribadisce importanti principi in merito alla dichiarazione giudiziale di paternità o maternità e ai diritti e doveri che ne derivano Accertamento, riconoscimento e disconoscimento | Filiazione e adozione | Responsabilità genitoriale e rapporti tra genitori figli La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 28330/2020, ha chiarito e ribadito importanti principi in merito alla dichiarazione giudiziale di paternità (o maternità), al diritto di risarcimento dei danni patiti dal figlio per l’assenza della figura genitoriale, nonché in merito al diritto di regresso dell’altro genitore per le spese sostenute per il figlio. Nel caso esaminato, Tizia aveva proposto ...

  • Sottrazione internazionale di minori: quando è lecito negare il rimpatrio?

    Con la recente ordinanza n.4222/2021, la Cassazione civile ha stabilito che in caso di sottrazione internazionale di minore, il fondato rischio che il minore sia sottoposto a pericoli fisici o psichici o comunque venga a trovarsi   in una situazione intollerabile ex art.13 lett.b) Convenzione dell’Aja del 25.10.1980, costituiscono condizioni ostative al rimpatrio del minore. Il Tribunale per i minorenni del Piemonte e Valle d’Aosta aveva respinto la richiesta del padre, cittadino spagnolo, presentata ai sensi della Convenzione dell’Aja del 25 ottobre 1980 e del Regolamento CE 2201/2003, di restituzione della figlia che gli sarebbe stata illegittimamente sottratta e trattenuta dalla ...

  • I figli vengono, vengono affidati al Comune, quando i genitori sono molto litigiosi

    Con sentenza dell’11 febbraio 2021, n. 1145, il Tribunale di Milano, nel dichiarare la separazione giudiziale tra i coniugi, ha disposto il collocamento paritario delle figlie presso entrambi i genitori ed il contestuale affidamento al Comune, incaricato di assumere le decisioni di maggior interesse relative alla loro istruzione, educazione, salute e residenza. I giudici del Tribunale, hanno ritenuto che l'accesa animosità tra i coniugi, all’esito della relazione peritale,   ha evidenziato  una fragilità emotiva che li rende incapaci di distinguere il piano della genitorialità da quello della crisi di coppia e di rispondere in maniera efficace ai bisogni delle figlie, ha rappresentato ...

  • Unione Europea La violenza economica viene elencate tra le forme di violenza nei confronti delle donne, all'art.3 della Convenzione di Istanbul, Convenzione che il Consiglio Europeo ha approvato nel 2011 per combattere la violenza di genere, primo strumento internazionale giuridicamente vincolante sul tema[1]. L'art. 3 definisce la violenza nei confronti delle donne come "una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione contro le donne, comprendente tutti gli ...

  • Negato alla persona che desidera allontanarsi dall’abitazione per sottoporsi ad un intervento di interruzione volontaria della gravidanza Pubblicato il 06/03/21 00:00 [Doc.8752] di Redazione IL CASO.it

    Commette l'illecito disciplinare di cui all'art. 2, comma 1, lett. a), del d.lgs. 23 febbraio 2006, n. 109 il magistrato di sorveglianza che - adottando un immotivato provvedimento di diniego dell'autorizzazione ad allontanarsi dall'abitazione per sottoporsi ad un intervento di interruzione volontaria della gravidanza - abbia omesso il dovuto rispetto alla dignità della richiedente riguardo alla soddisfazione di una fondamentale esigenza di vita strettamente connessa alla salute psico-fisica e cagionato alla medesima un danno ingiusto, consistente nell'esigenza di rivolgersi a un legale per ripresentare l'istanza e nel necessario rinvio ad altra data. dell'intervento programmato Cassazione civile sez. un. - 15/02/2021, n. 3780. ...

  • Procedimento di divorzio in appello svolto secondo il rito camerale

    Cass. Civ., Sez. 1 - , Ordinanza n. 27234 del 30/11/2020. Procedimento di divorzio in appello - Rito camerale - Piena applicabilità del rito ordinario - Esclusione - Conseguenze - Produzione di nuovi documenti - Ammissibilità - Condizioni. Nel giudizio divorzile in appello, che si svolge, ai sensi dell'art. 4, comma 15, della l. n. 898 del 1970, secondo il rito camerale, di per sé caratterizzato dalla sommarietà della cognizione e dalla semplicità delle forme, va esclusa la piena applicabilità delle norme che regolano il processo ordinario ed è quindi ammissibile l'acquisizione di nuovi mezzi di prova, in specie documenti, a condizione ...

  • Inadempimento dell’obbligo vaccinale ed esonero giustificato per minori fragili: gli oneri in capo all’Amministrazione sanitaria 08 FEBBRAIO 2021 LA DECISIONE. Il TAR Puglia, con sentenza n.39 depositata il 7.1.2021 | Salute | Soggetti deboli, minori e diritti della personalità

    IL CASO. I genitori di un minore affetto da sindrome autistica e da altre patologie proponevano ricorso avanti il TAR Puglia avverso il silenzio-inadempimento dell’Amministrazione sanitaria riguardo alla loro richiesta di aggiornamento dell’anagrafe regionale vaccinale onde consentire la frequenza scolastica del figlio. I ricorrenti deducevano la violazione dell’art. 97 Cost. e dei principi di buon andamento e imparzialità e la violazione della normativa in base alla quale, per i minori fino ai sedici anni, l’obbligo vaccinale è escluso per il caso di pericolo per la salute o per quello di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale, risultanti da attestazione del ...

  • Mantenimento del figlio maggiorenne non economicamente autosufficiente- Legittimazione “iure proprio” del genitore – Contributo – Allontanamento del figlio per motivi di studio – Sussistenza- Condizioni.

    Cass. Civ., Sez. 1 - , Sentenza n. 29977 del 31/12/2020 In materia di separazione dei coniugi, la legittimazione "iure proprio" del genitore a richiedere l'aumento dell'assegno di mantenimento del figlio maggiorenne non ancora autosufficiente economicamente, che non abbia formulato autonoma richiesta giudiziale, sussiste quand'anche costui si allontani per motivi di studio dalla casa genitoriale, qualora detto luogo rimanga in concreto un punto di riferimento stabile al quale fare sistematico ritorno e sempre che il genitore anzidetto sia quello che, pur in assenza di coabitazione abituale o prevalente, provveda materialmente alle esigenze del figlio, anticipando ogni esborso necessario per il suo ...

  • Assegnazione della casa familiare nel giudizio di separazione personale dei coniugi

    Cass. Civ., Sez. 6 - 1, Ordinanza n. 22266 del 15/10/2020. Separazione personale dei coniugi - Casa familiare - Assegnazione parziale al coniuge non collocatario dei figli - Condizioni. Nel giudizio di separazione personale dei coniugi, l'assegnazione di una porzione della casa familiare al genitore non collocatario dei figli può disporsi solo nel caso in cui l'unità abitativa sia del tutto autonoma e distinta da quella destinata ad abitazione della famiglia o sia comunque agevolmente divisibile. Pubblicato il 06/02/21 00:00 [Doc.8627] di Redazione ILCASO.it Cass. Civ., Sec. 6 - 1, Order no. 22266 of 15/10/2020.Legal separation of the spouses - Family home - Partial ...

Random Works

About Us

Studio Legale Avvocato Liana Doro
Via Trieste, 23 35121 Padova - Telefono: +39 340 9893796 – Fax: +39 049 8750274
www.avvocatolianadoro.it