Divorzio

Tfr: va condiviso con l’ex coniuge anche se percepito dopo il divorzio?

La domanda trova risposta nell’art. 12 bis della Legge sul divorzio (L. n. 898 del 1970), il quale dispone che “il coniuge nei cui confronti sia stata pronunciata sentenza di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio ha diritto, se non passato a nuove nozze ed in quanto ...

Ho divorziato da mio marito e non avrò più l’assegno. Posso ricorrere in Appello? L’avvocato risponde

le Sezioni Unite della Corte di Cassazione n. 18287 del 2018, con una pronuncia dalla portata innovativa, hanno riconosciuto all’assegno di divorzio in favore dell’ex-coniuge oltre alla funzione assistenziale anche la funzione compensativa e perequativa. Dunque, ai sensi dell’art. 5, comma 6 della L. n. 898 del 1970, accertata l’assenza di mezzi adeguati ...

La ripartizione della pensione di reversibilità tra coniuge divorziato e coniuge superstite: conta solo la durata del matrimonio?

L’ordinanza della Corte di Cassazione, Sez. lavoro, n. 8263 del 28.04.2020, ritorna sulla questione dei criteri di ripartizione della pensione di reversibilità tra ex coniuge e coniuge superstite, precisando che la ripartizione deve tener conto, oltre al criterio della durata dei matrimoni, anche di altri elementi correttivi, quali l’entità dell’assegno ...

L’addebito della separazione al marito per aver intrattenuto una relazione extraconiugale può essere provato anche dallo scambio di messaggi fra moglie e amante

In un procedimento per separazione personale dei coniugi, la moglie formulava richiesta di addebito della separazione al marito perché questi aveva intrattenuto una relazione extra-coniugale in costanza di matrimonio con una signora, con la quale sarebbe, poi, andato a convivere. Si opponeva il marito, adducendo che la causa della crisi coniugale ...

Sopravvenuta adozione da parte del nuovo marito dell’ex coniuge ed obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne

admin giugno 27, 2020 Divorzio 0 Comment

Sentenza Cassazione civile, sez. I, 27 Marzo 2020, n. 7555 In tema di revisione delle condizioni economiche del divorzio riguardanti l'obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni ma non autosufficienti, la sopravvenuta adozione dei medesimi da parte del nuovo marito della madre, ove ne derivi il loro stabile inserimento nel contesto familiare ...

Revisione dell’assegno divorzile per giustificati motivi

Sentenza Cassazione civile, sez. I, 20 Gennaio 2020, n. 1119 In tema di revisione dell'assegno divorzile, ai sensi dell'art. 9 della legge n. 898 del 1970, il cambiamento sopravvenuto delle condizioni patrimoniali delle parti si attiene agli elementi di fatto e rappresenta la premessa necessaria che deve essere accertata dal giudice ...

Violenza nel matrimonio: precisazioni della Cassazione

La violenza sessuale nel matrimonio non è giustificata da ragioni culturali. Applicabile l'aggravante del rapporto di coniugio prevista per l'omicidio. La Cassazione con due sentenze, emesse a distanza di qualche mese l'una dall'altra ribadisce alcuni importanti principi costituzionali in materia di matrimonio e, alla luce della parità morale e giuridica dei ...

Condannato il padre che non mantiene i figli anche se non li vede sentenza Cassazione 12681/2020

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 12681/2020 respinge il ricorso di un padre, accusato in primo e secondo grado per il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare, per aver fatto mancare ai figli il mantenimento stabilito dal provvedimento di omologa della separazione. A fronte dell'affermata impossibilità economica ...

Ascolto minore -sottrazione minore – Cassazione civile, sez. I, 04 Giugno 2019

In materia di sottrazione internazionale di minore, l'ascolto del minore costituisce adempimento necessario ai fini della legittimità del decreto di rimpatrio ai sensi dell'art.315 bis c.c. e degli artt. 3 e 6 della = Convenzione di Strasburgo del 25 gennaio 1996 (ratificata con l. n. 77 del 2= 003) essendo ...

Il diritto dovere di visita del genitore non collocatario non è suscettibile di coercizione nell’interesse superiore del minore

La corte di cassazione civile ha sentenziato che in tema di rapporti con i figli minori, il diritto dovere di visita del genitore presso il quale la prole minore non risiede / dimora, è destinato a rimanere libero nel suo adempimento, quale esito di volontà autonome che rispondono all’interesse del ...

About Us

Studio Legale Avvocato Liana Doro
Via Trieste, 23 35121 Padova - Telefono: +39 340 9893796 – Fax: +39 049 8750274
www.avvocatolianadoro.it