Separazione

L’addebito della separazione al marito per aver intrattenuto una relazione extraconiugale può essere provato anche dallo scambio di messaggi fra moglie e amante

In un procedimento per separazione personale dei coniugi, la moglie formulava richiesta di addebito della separazione al marito perché questi aveva intrattenuto una relazione extra-coniugale in costanza di matrimonio con una signora, con la quale sarebbe, poi, andato a convivere. Si opponeva il marito, adducendo che la causa della crisi coniugale ...

Condannato il padre che non mantiene i figli anche se non li vede sentenza Cassazione 12681/2020

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 12681/2020 respinge il ricorso di un padre, accusato in primo e secondo grado per il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare, per aver fatto mancare ai figli il mantenimento stabilito dal provvedimento di omologa della separazione. A fronte dell'affermata impossibilità economica ...

Ascolto minore -sottrazione minore – Cassazione civile, sez. I, 04 Giugno 2019

In materia di sottrazione internazionale di minore, l'ascolto del minore costituisce adempimento necessario ai fini della legittimità del decreto di rimpatrio ai sensi dell'art.315 bis c.c. e degli artt. 3 e 6 della = Convenzione di Strasburgo del 25 gennaio 1996 (ratificata con l. n. 77 del 2= 003) essendo ...

Il diritto dovere di visita del genitore non collocatario non è suscettibile di coercizione nell’interesse superiore del minore

La corte di cassazione civile ha sentenziato che in tema di rapporti con i figli minori, il diritto dovere di visita del genitore presso il quale la prole minore non risiede / dimora, è destinato a rimanere libero nel suo adempimento, quale esito di volontà autonome che rispondono all’interesse del ...

Corte di Cassazione: il mantenimento del figlio naturale decorre dalla domanda

La Suprema Corte precisa che l'obbligo di mantenimento del figlio naturale per il genitore non collocatario decorre dalla domanda. L'ordinanza n. 8816/2020 della Corte di Cassazione rende noto un importante principio, al termine di una disputa intrapresa da una madre nei confronti dell'ex convivente, finalizzata a ottenere il mantenimento per il ...

Riduzione assegno mantenimento figli Coronavirus

I possibili correttivi per il padre separato in difficoltà fanno riferimento all’istituto dell’“impossibilità sopravvenuta non imputabile al debitore” prevista dagli artt. da 1256 a 1258 del Codice Civile che pertanto può legittimare il marito a concordare con la moglie una sospensione o riduzione del mantenimento già stabilito in sede di ...

Separazioni e divorzi online: le linee guida del Cnf

Il Consiglio Nazionale Forense constatata la fase emergenziale e sottolinea la necessità di assicurare l’esecuzione del procedimento in materia di diritto di famiglia. Nei mesi di maggio e di giugno sarà ancora necessario evitare assembramenti e contatti ravvicinati tra le persone che, per lavoro e fruizione, frequentano gli uffici giudiziari. Tuttavia, ...

Riduzione assegno mantenimento figli Coronavirus

Il Codice Civile (artt. da 1256 a 1258) prevede la possibilità, per un padre separato e in difficoltà economica, di ridurre l’assegno di mantenimento, soprattutto se la difficoltà economica deriva da una situazione esterna, come, per esempio la crisi generata dall’epidemia da COVID-19. In questi casi, occorre concordare con ...

L’emergenza sanitaria da Covid-19 non sopprime il diritto di visita del genitore non affidatario

La frequentazione, da parte del figlio minore, del genitore non affidatario costituisce esecuzione del diritto alla bigenitorialità, diritto che assume rilievo sia nell’ordinamento costituzionale interno che nell’ordinamento internazionale. In caso di disaccordo tra i genitori sulla interruzione delle visite a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, la contraddizione tra il diritto alla ...

Assegno divorzile: l’addio della giurisprudenza al tenore di vita

admin ottobre 21, 2019 Divorzio,Separazione 0 Comment

La Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 24934/2019 chiarisce come il coniuge con reddito più alto non sia tenuto a corrispondere all’ex-coniuge l’assegno divorzile per conservare il tenore di vita matrimoniale avuto precedentemente. L’art 5 comma 6 della legge n. 898/1970 contiene un parametro  (‘la disponibilità di mezzi adeguati’) e dei criteri ...

About Us

Studio Legale Avvocato Liana Doro
Via Trieste, 23 35121 Padova - Telefono: +39 340 9893796 – Fax: +39 049 8750274
www.avvocatolianadoro.it