News

Pensione di reversibilità, divorzio, accertamento, necessità. Cass. Civ. Sez. I° n. 13899 del 9 giugno 2010

agosto 5, 2011 Divorzio 0 Comment

Il diritto del coniuge divorziato alla pensione di reversibilità o ad una quota di essa in caso di concorso con altro coniuge superstite – di cui all’art. 9 della legge 1 dicembre 1970, n. 898 – presuppone (anche ai sensi dell’art. 5 della legge 28 dicembre 2005, n. 263, norma interpretativa, quindi retroattiva ed applicabile anche ai giudizi in corso) che il richiedente al momento della morte dell’ex coniuge sia titolare di assegno di divorzio giudizialmente riconosciuto ai sensi dell’art. 5 della legge predetta.
Nel novero dei provvedimenti giurisdizionali che hanno attitudine ad attribuire un “assegno di divorzio” non rientrano i provvedimenti temporanei ed urgenti previsti dall’art. 4, n. 8, della legge sul divorzio, diretti ad apprestare un regolamento essenziale ed immediato al coniuge nella prospettiva del divorzio, con funzione anticipatoria rispetto alle statuizioni della sentenza di divorzio.

About admin

Leave a Comment

About Us

Studio Legale Avvocato Liana Doro
Via Trieste, 23 35121 Padova - Telefono: +39 340 9893796 – Fax: +39 049 8750274
www.avvocatolianadoro.it